Chiara Galiazzo ‘Honolulu’: immaginare un altrove possibile – testo

Chiara Galiazzo pubblica Honolulu, non un singolo ma una delle tappe di un percorso iniziato ormai un anno fa, un episodio più onirico scritto insieme ad Alessandra Flora e Katoo. La coperta di Linus in cui rifugiarsi in questo periodo di grande incertezza.

Chiara Galiazzo Honolulu

Chiara Galiazzo condivide oggi 17 aprile Honolulu (disponibile qui), non un singolo ma un’altra anticipazione dall’album di prossima uscita (autunno) dopo Pioggia viola L’ultima canzone del mondo. Rappresenta una delle tappe di un percorso iniziato ormai un anno fa, un episodio più onirico ed essenziale scritto dalla stessa Galiazzo con Alessandra Flora Katoo (Francesco Catitti), che torna in veste di produttore (lo è di tutto il disco).

Honolulu è una finestra sulla volontà di evadere, di immaginare che un altrove sia ancora possibile, quando ci sentiamo stretti in un quotidiano che non ci appaga. La realtà che abbiamo intorno non ci piace e desideriamo allora di proiettarci in un luogo mai visto prima, isolato e magari poco frequentato, un’avventura alla ricerca della meraviglia. Anche i suoni sono evocativi, eco di una nostalgia orientaleggiante. Sebbene non nasca come un singolo, Chiara ha voluto pubblicarla perché adatta a questo periodo, essendo già per lei una sorta di coperta di Linus in cui si rifugia quando ne ha bisogno. Soprattutto in questo periodo di grande incertezza.

View this post on Instagram

Il mio viaggio è iniziato un bel po’ di tempo fa, talmente tanto tempo fa che spesso mi sono dovuta ricordare i presupposti da cui ero partita. Ho iniziato volendo fare le cose grandi in piccolo, poi sono successe tante cose, talmente tante che questo alla fine non si è rivelato solo un viaggio, ma quello che le persone chiamano percorso: quell’insieme di avvenimenti esterni ed interni ad ognuno di noi che ci cambiano e toccano luoghi che si trovano sulle mappe ma non solo, descrivono anche emozioni profonde che ognuno di noi prova in diverse fasi della propria vita. Sicuramente non avrei mai immaginato che questo lungo viaggio avrebbe toccato anche questo periodo così strano, talmente particolare che lo capiremo davvero solo quando lo potremo vedere da lontano quando tutto sarà passato. Mi sono chiesta se avesse senso continuare a viaggiare anche ora e ho capito che la risposta era sicuramente sì. Viaggiare con la mente, quando non hai altri mezzi per farlo, è bellissimo e terapeutico. Per questo motivo ho deciso di ripercorrere tutte le tappe del mio percorso e condividerle con voi che mi seguite da tanto, raccontandovi passo dopo passo tutto quello che accade quando si fa un disco, che tanto assomiglia a un viaggio ma senza dover prendere l’aereo. Viaggeremo tanto nelle prossime settimane, preparate le vostre valigie e i vostri sogni perché venerdì atterriamo a Honolulu: fuori Venerdì 17 aprile, potete presalvare e preordinare da ora. Link in bio e nelle stories 🌏🚀

A post shared by Chiara Galiazzo (@chiara_galiazzo) on

Con queste parole Chiara Galiazzo ha annunciato Honolulu (l’immagine del post ig è la cover del singolo).

Il testo completo di Honolulu:

Stasera provo a arrampicarmi fino al tetto
ché da lassù sembra diversa la città
o forse meglio fare un salto in uno specchio
come facevo io da piccola anni fa

E se dalla finestra vedo Honolulu
sarà più facile arrivarci ad occhi chiusi
non trovo divertente sembrare trasparente
non vinco niente e scappo sempre
ho un razzo che ci aspetta
andiamo ad Oriente

Ci sono sogni che addolciscono l’assenza
che a farci male già ci pensa la realtà
a ricordarmi che a Natale c’era un posto
con i regali ad ognuno
e non mancava nessuno

Così dalla finestra ho visto Honolulu
ed ho imparato ad arrivarci ad occhi chiusi
non trovo divertente sembrare trasparente
non vinco niente e scappo sempre
ho un razzo che ci aspetta
andiamo ad Oriente
Non capirà la gente
rimani indifferente
ma tu sorridi, sorridi sempre
ho un razzo che ci aspetta
andiamo ad Oriente

Ma non sono magica
e non c’è una logica ma
farei di tutto per raggiungerti
farei di tutto per raggiungerti
e raggiungerti a Honolulu
Honolulu

non trovo divertente sembrare trasparente
non vinco niente e scappo sempre
ho un razzo che ci aspetta
andiamo ad Oriente
Non capirà la gente
rimani indifferente
ma tu sorridi, sorridi sempre
ho un razzo che ci aspetta
andiamo ad Oriente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...