Michele Bravi ‘La vita breve dei coriandoli’: ridestarsi dal torpore – testo

Michele Bravi rompe il silenzio e pubblica il singolo La vita breve dei coriandoli, primo tassello del nuovo progetto La geografia del buio e brano con cui è in gara ad Amici Speciali. Così l’artista svela le crepe della sua fragilità.

Michele Bravi La vita breve dei coriandoli

Michele Bravi torna con il nuovo singolo La vita breve dei coriandoli (disponibile qui), primo estratto dall’atteso album La geografia del buio più volte annunciato e rinviato a data da destinarsi a causa dell’emergenza sanitaria. L’artista è uno dei protagonisti del nuovo format di Maria De Filippi Amici Speciali in cui gareggerà con il brano pubblicato proprio lo stesso giorno 15 maggioLa vita dei coriandoli, cantata in anteprima al San Babila di Milano lo scorso ottobre, rappresenta l’inizio di questa sua nuova fase artistica e porta le firme di Michele e di Giuseppe AnastasiFederica AbbateCheope e Katoo (anche produttore).

Così Bravi svela il primo tassello del mosaico che lo ha portato ad uscire dal buio, quel silenzio in cui si è rinchiuso dopo l’incidente. L’atmosfera della canzone fa eco a Il diario degli errori, pianoforte e archi, ma qui la voce è sommessa, rotta nel rivivere la fragilità di un tempo che non è ancora passato. Molto evocativo e ispirato l’accostamento con la caducità dei coriandoli, con un effetto che rievoca un librarsi in volo: perdersi a guardarli e ridestarsi dal torpore di un sonno durato troppo a lungo. C’è tutto un mondo intorno cantavano i Matia Bazar ed è così, basta posare lo sguardo “fuori da noi” per comprendere che siamo immersi nella bellezza, a partire dalle piccole cose che per abitudine non ci provocano meraviglia. La “geografia del buio” si colora di piccole istantanee, momenti preziosi che danno speranza.

Il singolo è nella playlist Spotify “Inchiostro Estate 2020” 🌻

Il testo completo de La vita breve dei coriandoli:

Ciò che passa tornerà
è come un cerchio che la vita gira
utile la fantasia
a respirare ogni cosa prima
tu che ridi accanto a me
poche altre cose hanno un senso
al di là di quel che c’è
per noi due che normalmente siamo qui

Affascinati dalla immagini
dal bianco e nero di quei vecchi film
dal primo volo delle rondini
di cosa sono fatti gli angeli
la vita breve dei coriandoli
ci fa sentire che noi siamo liberi
e tutto questo ancora mette i brividi
i brividi

E dividere a metà
questa notte fino alla mattina
forse la felicità
non è poi tanto diversa da così

Affascinati dalla immagini
dal bianco e nero di quei vecchi film
dal primo volo delle rondini
di cosa sono fatti gli angeli
la vita breve dei coriandoli
ci fa sentire che noi siamo liberi
e tutto questo ancora mette i brividi
i brividi

Affascinati dalle fragili evoluzioni degli acrobati
dal movimento degli oceani
dal vento che accarezza gli alberi
la vita breve dei coriandoli
ci fa sentire che noi siamo liberi
e tutto questo ancora mette i brividi
i brividi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...